Sollevatori & Imbracature

La scelta del sollevatore non può prescindere da un’attenta valutazione di una serie di aspetti, tra cui i bisogni dell’utilizzatore, della persona che opera sull’attrezzatura, dell’azienda che fornisce il prodotto. Tale valutazione deve sempre tenere conto del LIVELLO DI RISCHIO cui è sottoposto il paziente durante il trasferimento. E’ quindi importante valutare la scelta considerando non solo fattori tecnici o strutturali del dispositivo, ma anche le CARATTERISTICHE DELL’AMBIENTE in cui l’apparecchiatura sarà utilizzata e LE PERSONE che andranno ad operare sul sollevatore stesso. Sul mercato esistono diverse tipologie di sollevatori per persone a mobilità ridotta: • Sollevatore a pavimento, per trasferire una persona non autosufficiente da una superficie ad un’altra • Sollevatore a soffitto, svolge la stessa funzione dei sollevatori a pavimento, con la differenza che la sua installazione è solitamente più complessa perchè richiede delle opere murarie all’interno dell’edificio • Sollevatore verticalizzante (o attivo), per assistere una persona durante i trasferimenti in posizione semi verticale o per la riabilitazione alla deambulazione E’ inoltre fondamentale scegliere la CORRETTA IMBRACATURA, soprattutto in relazione alle condizioni dell’utilizzatore (sia esso paziente che assistente) e alle superfici che diventeranno parti integranti di tutte le fasi del trasferimento (letto, sedia a rotelle, poltrona, WC). Ogni modello risponde esattamente a specifiche esigenze di trasferimento, pertanto la scelta va ponderata con estrema attenzione.